Salta al contenuto principale
Pergamonmuseum - Museo di Pergamo
Pergamon Museum © visitBerlin, Foto: Günter Steffen

Le più belle mostre di Berlino

Arte significativa proveniente da tutto il mondo

Nei prossimi anni Berlino prepara mostre interessanti e affascinanti, che vanno da antichi dipinti cinesi fino al Bauhaus, da Martin Lutero a Pablo Picasso.

Visita i musei di Berlino e lasciati conquistare dalla magnificenza dell'arte.

Felix Club

L'arte di Banksy (dal 15 Giugno 2017 al 30 dicembre 2017)

L'enigmatico Banksy è un famoso street artist. Le sue opere hanno un significato sociale, politico e poetico e sono conosciute in tutto il mondo. Nell'esposizione "The Art of Banksy" sono presenti più di 80 lavori provenienti da collezioni private di tutto il mondo. La mostra viene curata dal suo manager Steve Lazarides, all'interno di essa verrà presentata l'opera intitolata "Forgive us" per la prima volta in Europa.

Museum Barberini

Dietro la maschera. Artisti nella RDT (dal 28 Ottobre 2017 al 4 Febbraio 2018)

Nella RDT, l'arte stessa aveva una funzione politica. La mostra esplora il ruolo assunto dagli artisti nel sistema politico della RDT.  Nella mostra si può capire chiaramente come gli artisti della RDT si posizionassero rispetto al sistema statale: o riproducevano quanto dettato dall'autorità giocare, o si ritiravano completamente dalla vita pubblica.

Max Beckmann. Il teatro del mondo (dal 24 Febbraio al 10 Giugno 2018)

Max Beckmann (1884-1950) è uno dei pittori tedesci più influenti del 20° secolo. Scopri in questa mostra come abbia affascinato il mondo del teatro, del circo e gli spettacoli di varietà.

Blick über die Freundschaftsinsel auf das Museum Barberini in Potsdam
Blick über die Freundschaftsinsel auf das Museum Barberini © Helge Mundt

 

Pergamonmuseum

Culture islamiche (dal 1° Gennaio 2000 fino a nuovo avviso)

Al Museo di Arte Islamica si può ammirare l'arte dei popoli islamici dall'8° al 19° secolo. L'esposizione permanente si trova nell'ala sud del Pergamon Museum. Le opere provengono da un'are geografica che va dalla Spagna all'India. Si può ammirare, tra gli altri, la facciata in pietra di Mshatta, le pareti in stucco dei palazzi di Samarra, i pannelli di legno dipinti della Sala di Aleppo e le ceramiche a parete delle nicchie di preghiera di provenienza turca e iraniana.

Eingang des Pergamonmuseum
Eingang des Pergamonmuseum © visitBerlin, Foto: René Lichtenstein

Neues Museum (Museo Nuovo)

Antico Egitto (dal 17 Ottobre 2009 fino a nuovo avviso)

Già i soli numeri sono impressionanti: oltre 2.500 oggetti esposti su una superficie di 3600 metri quadrati su tre piani. Immergiti nel mondo dell'antico Egitto, nell'ala nord del Museo Nuovo. Le sale sacrificali illustrano il culto per i morti e gli dei e la vita quotidiana delle persone di quel tempo. Un reperto speciale è il busto di Nefertiti nella Nordkuppelsaal del Museo Nuovo, che trasmette, insieme ad altre sculture in mostra, l'impressione dell'immagine prevalente di persone e figure regali nell'antico Egitto.

Sala egiziana nel Neues Museum
Sala egiziana nel Neues Museum © visitBerlin, Foto: Günter Steffen

 

Museo Berggruen

Picasso e il suo tempo (dal 16marzo 2013 fino a nuovo avviso)

Il Museo Berggruen presenta opere uniche di Pablo Picasso, Paul Klee, Henri Matisse e Alberto Giacometti.  Solo Pablo Picasso è rappresentata da oltre 120 opere, tra cui capolavori fondamentali come "Arlecchino seduto" del 1905, del suo Periodo Rosa, "Il maglione giallo" del 1939 e un imponente studio approfondito per "Les Demoiselles d'Avignon", uno dei dipinti più significativi del 20° secolo. Il lavoro di Paul Klee è illustrato da 70 opere. Capolavori di Cézanne e Braque completano la collezione.

Museum Berggrün
Museum Berggrün © visitberlin, Foto: Wolfgang Scholvien

 

Gemäldegalerie (Galleria dei dipinti)

MANTEGNA e BELLINI Maestri del Rinascimento (1.3.2019-30.6.2019)

Sono due dei più importanti artisti del primo Rinascimento, e cognati: Andrea Mantegna e Giovanni Bellini. Avrai l'opportunità di capire in che modo i due stretti collaboratori si influenzino a vicenda e insieme diano forma al primo Rinascimento. La mostra presenta le opere dei due pittori parallelamente. In questa mostra potrai osservare per la prima volta fianco a fianco i numerosi dipinti e disegni dei due maestri rinascimentali e cogliere i numerosi parallelismi.

© Andrea Mantegna, Die Darbringung Christi im Tempel © Gemäldegalerie, Staatliche Museen zu Berlin / Christoph Schmidt

 

DHM

1917. Rivoluzione. Russia ed Europa (dal 18 Ottobre 2017 al 15 Aprile 2018)

La Rivoluzione d'Ottobre in Russia risale esattamente a 100 anni fa, ma gli effetti si fanno sentire fino ad oggi, anche e soprattutto a Berlino.  Come si è arrivati al colpo di stato del 1917? Quale cultura si sviluppa dal cambiamento del sistema?Quali effetti ha la Rivoluzione d'Ottobre sui conflitti odierni?
Ripassa gli eventi del 1917 e attraverso gli esempi segui il percorso che dalla guerra civile in Russia porta infine alla costituzione dell'Unione Sovietica nel 1922. L'esposizione illustra come l'Unione Sovietica comunista avesse già sviluppato negli anni '20 e '30 un modello di Stato che si contrappone agli altri paesi capitalisti che dominano l'Europa: un assaggio della Guerra Fredda.

Archivio Bauhaus

Luce! Fotografia alla New Bauhaus di Chicago (15 Novembre 2017 - 5 Marzo 2018)

Bauhaus. Il termine non rappresenta solo la scuola d'arte che Walter Gropius fondò nel 1919. In poco tempo è diventato sinonimo di architettura contemporanea, design moderno e artigianato contemporaneo. Il Bauhaus caratterizza artisti e designer fino ad oggi, non solo in Germania ma in tutto il mondo. Così anche negli Stati Uniti, dove László Moholy-Nagy nel 1937 fondò il New Bauhaus di Chicago. Insegnanti come György Kepes, Harry Callahan, Aaron Siskind e Arthur Siegel dominano la Scuola di Design e Fotografia. Fotografie, film, pubblicazioni e documenti fanno rivivere la sperimentazione di questo luogo d'azione leggendario.

The Feuerle Collection

Arte contemporanea e antiquariato

Già la posizione della mostra è eccezionale e importante dal punto di vista storico: per la collezione della raccolta del consulente d'arte Désiré Feuerle, l'architetto inglese John Pawson ha convertito un ex bunker della Seconda Guerra Mondiale. In esposizione si possono ammirare opere di artisti contemporanei, nonché antichi reperti provenienti dalla Cina o dal Sud-Est asiatico, di cui la maggior parte dell'epoca delle grandi dinastie cinesi – dalla dinastia Han, che inizia 200 anni prima di Cristo, fino alla dinastia Qing, che arriva fino al 20° secolo.
La collezione contrappone agli antichi reperti anche opere di artisti contemporanei, come Christina Iglesias, Adam Fuss, Nobuyoshi Araki, Anish Kapoor, Zeng Fanzhi e James Lee Byars.

© The Feuerle Collection, Foto: def image

Deutsche Kinemathek (Museo dei film e della televisione)

Ufa - Storia di un marchio (dal 24 Novembre 2017 al 22 Aprile 2018)

In occasione del centenario di Ufa, il Deutsche Kinemathek - Museum für Film und Fernsehen presenta la sua storia aziendale e di marca in sette capitoli. Fondata come strumento di propaganda durante la prima guerra mondiale, l' azienda si è oggi trasformata in "produttore di contenuti" per diverse piattaforme audiovisive. La storia di Ufa racconta quindi anche la storia dei media audiovisivi.

Spiegelsaal im Museum für Film und Fernsehen in Berlin
Spiegelsaal im Museum für Film und Fernsehen © Marian Stefanowski
Charlottenburger Chaussee 109
13597 Berlin
marian@ich.ms
www.marian-stefanowski.de

Monumento commemorativo di Normannenstraße

Mostra a cielo aperto: La Rivoluzione e la Caduta del Muro – mostra permanente

A Berlino la storia si può vivere quasi ad ogni angolo, ma difficilmente in maniera così concentrata come nella mostra a cielo aperto "La Rivoluzione e la Caduta del Muro" sul terreno della ex sede della Stasi. Gira tra l'esposizione permanente bilingue, nel bel mezzo di una delle scene della pacifica rivoluzione del 1989. Lasciati guidare in ordine cronologico o tematico attraverso gli eventi, utilizzando i tre mondi a tema Partenza, Rivoluzione e Unità. Così potrai rivivere la storia, dagli inizi della protesta alla caduta del muro, fino alla riunificazione tedesca nel 1990.

© Visualisierung: Kulturprojekte/Daniel Büche