Salta al contenuto principale

Le migliori attrazioni di Tempelhof-Schöneberg

Tempelhof-Schöneberg è un distretto ricco di storia, basti pensare al Tempelhofer Feld, l’ex aeroporto del ponte aereo su Berlino, o a Marienfelde, il grande campo profughi del secondo dopoguerra. I dintorni di Nollendorfplatz e Winterfeldplatz vantano inoltre cento anni di tradizione arcobaleno, viva ancora oggi.

Tutto quello che c’è da sapere su Tempelhof-Schöneberg

Oggi i berlinesi si scatenano al Tempelhofer Feld, l'ex aeroporto dove atterrarono gli aeroplani del ponte aereo per Berlino, John F. Kennedy e i Beatles: pattinano, fanno windskate e pedalano sulle vecchie piste di rullaggio, fanno volare gli aquiloni, giocano a minigolf e a jugger. I locali utilizzano inoltre queste aree verdi nel centro della città per accoglienti picnic e grigliate, su ben due ettari e mezzo di area barbecue. Unitevi a loro!

Nel parco naturale Schöneberger Südgelände, si possono invece ammirare la natura incontaminata e suggestive testimonianze dell’epoca delle locomotive a vapore. L'ex deserto ferroviario si è trasformato qui in un'oasi naturale ricca di specie e varietà. Passeggiate attraverso il bosco rigoglioso come una giungla e lasciatevi sorprendere dalla straordinaria ricchezza di flora e fauna. Il corridoio verde prosegue a sud di Tempelhof, dove si susseguono un parco dopo l'altro. Qui troverete sicuramente piccole oasi e nicchie che fanno al caso vostro, per passeggiare, leggere e giocare.

 

Tutti i distretti in sintesi

Going Local App

Going Local Berlin

12 Quartieri, 700 consigli, 1 App

  • Più di  than 700 consigli su Berlino
  • Raccomandazioni e visite guidate nei quartieri 
  • Utilizzabile sia online che offline
Jetzt im AppStore laden: Die Kiezapp für Berlin - Going Local Berlin Jetzt im Google Play Store: Die Kiezapp für Berlin - Going Local Berlin

Scarica l'app gratuita

Continua a leggere

La storia a Tempelhof-Schöneberg

Tempelhof-Schöneberg le ha viste di tutti i colori. Proprio per questo è un distretto ricco di storia che ha molto da raccontare. A sud, ad esempio, con il Erinnerungsstätte Notaufnahmelager Marienfelde (Museo del campo di prima accoglienza Marienfelde), il complesso abitativo Monopol-Siedlung o le vecchie officine della Askania Werken.

Ma anche verso ovest, nei luoghi della memoria dell'ex quartiere ebraico intorno a Bayerischer Platz. E poi ci sono il Schöneberger Rathaus (municipio di Schöneberg), lo Schwerbelastungskörper, e il Alten St. Matthäus-Kirchhof (cimitero storico dell’Alten St. Matthäus-Kirchhof). L’elenco dei luoghi è lungo e vale la pena visitarli tutti.

I nostri consigli per chi visita Tempelhof-Schöneberg

Dal Festival gay-lesbo (Lesbisch-Schwulen Stadtfest) alle mostre d'arte nell’ex aeroporto di Tempelhof, Tempelhof-Schöneberg è sinonimo di grandi eventi e cultura. In ogni angolo del distretto hanno vissuto celebrità di fama internazionale: Marlene Dietrich, Kurt Tucholsky, Günther Grass, David Bowie…

Dai ruggenti anni Venti alla scena LGBTI berlinese

Già negli anni Venti gli abitanti di Schöneberger si divertivano nei numerosi bar e ristoranti della zona, nonché nel più famoso teatro di varietà dell’epoca, lo Scala. La Winterfeldplatz è ancora oggi una piazza vivace e colorata, anima della scena gay e lesbo di Berlino. Bandiere arcobaleno sventolano sui balconi e gli adesivi sulle vetrine di caffè, bar, locali notturni, parrucchieri e librerie recitano: omosessuali e lesbiche benvenuti!

 

Celebrità nel distretto

Anche sulle celebrità, che qui si sentono a casa, ci sono tante storie appassionanti e divertenti da raccontare. A Schöneberg, quartiere elegante di Berlino Ovest molto caro agli artisti, hanno vissuto grandi personalità della letteratura, della cultura e della politica: Marlene Dietrich, il cabarettista Werner Finck, il fondatore dei Comedian Harmonists Harry Frommermann, il critico teatrale Friedrich Luft, il giornalista Kurt Tucholsky, David Bowie, gli scrittori Erich Kästner e Günter Grass.

Anche il pittore Hans Baluschek ricevette una residenza onoraria all’interno della torre degli atelier nel complesso abitativo di Ceciliengärten a Friedenau. L’artista mandò Guglielmo II su tutte le furie con le sue opere di critica sociale, tanto che l'imperatore lo definì con disprezzo un "Rinnsteinkünstler" (letteralmente un “artista da canale di scolo”). Ma l’opinione pubblica non si lasciò influenzare dalla stroncatura imperiale e rese omaggio a Baluschek per le sue illustrazioni della favola per bambini Peterchens Mondfahrt.

Altri consigli interessanti

Hai già visto tanto, ma hai ancora un po' di tempo a disposizione? Visita altre attrazioni ed eventi a Berlin-Mitte.