Salta al contenuto principale
Humboldt Forum Berlin, facciata nord dello Schlüterhof
Humboldt Forum Berlin, facciata nord dello Schlüterhof © Stiftung Humboldt Forum im Berliner Schloss/ Foto: Alexander Schippel

Humboldt Forum

un nuovo centro straordinario per l'arte, la cultura e la scienza a Berlino

Il Forum Humboldt è aperto: nel cuore di Berlino, proprio di fronte all'Isola dei Musei, è aperto un nuovo spazio culturale passo dopo passo.

C’è fermento nel centro storico della capitale: è sorto un nuovo forum cosmopolita per la cultura, l'arte e la scienza, inserito in una cornice storica tra l'Isola dei Musei, il Duomo di Berlino, il Palazzo del principe ereditario e il Nikolaiviertel.

Calcestruzzo e Barocco

Il nuovo Humboldt Forum a Berlin Mitte si estende su una superficie di circa 30.000 metri quadrati, rivoluzionando il profilo della città. Le facciate ricostruite del palazzo barocco sui lati nord, sud e ovest risplendono di un luminoso giallo cotogno. Il lato est del Forum, affacciato sulla Sprea, sorprende con la sua facciata moderna e regolare, ai piedi della quale si sviluppa il lungofiume “Spreebalkon” e più in basso, appena sopra il livello dell'acqua, un’ampia terrazza.
In questo modo l'architettura dell’Humboldt Forum gioca con il contrasto tra gli elementi edilizi ultramoderni e le facciate ricostruite dell'ex palazzo barocco di Berlino.

Humboldt Forum Berlin - Ostfassade
Humboldt Forum Berlin - Ostfassade © Foto: Sönke Schneidewind

Un luogo per la creatività, l’iniziativa e il confronto

Cosa si cela oltre i sei imponenti portali d'ingresso che si passano attraverso per?
Innanzitutto due nuove ampie piazze cittadine: lo Schlüterhof e il Passage, un ampio porticato che attraversa l'edificio.

L'interno dell'Humboldt Forum è stato aperto nel luglio 2021: Uno straordinario foyer al piano terra collega le alte pareti moderne della galleria al maestoso ingresso ricostruito del palazzo. All’interno del foyer trovete il “Kosmograf”, una torre mediatica alta 17 metri, che oltre a trasmettere informazioni può tramutarsi da un momento all’altro in una gigantesca installazione artistica e luminosa.

Humboldt Forum Berlin, Foyer e portale Eosander
Humboldt Forum Berlin, Foyer e portale Eosander © SHF, Foto: Alexander Schippel

Attraversando il foyer si raggiungono due aree espositive speciali, che ospiteranno una mostra interattiva per bambini.

Ripercorrere la storia del luogo

Nella sala delle sculture al piano terra si potranno osservare da vicino le figure in pietra arenaria delle facciate originali del castello, mentre sul lato sud dell’Humboldt Forum un’installazione video panoramica di 28 metri ricostruisce lo sviluppo storico del sito a partire dalle prime testimonianze, risalenti al XII secolo. Scendendo nei sotterranei il visitatore può davvero immergersi nella storia di questo luogo: qui sono esposti i resti di un monastero domenicano medievale e le fondamenta del palazzo.  

La mostra di Berlino: nuovi sguardi sulla capitale

Al primo piano dell'edificio privo di barriere architettoniche, la mostra su Berlino (Berlin Ausstellung) sorprende con il suo sguardo inedito sulla città: qui non vengono esaminati soltanto gli sviluppi globali che hanno influenzato e plasmato Berlino, ma ci si domanda anche in che modo Berlino abbia a sua volta influenzato il resto mondo e quali impulsi siano partiti da questa città, il tutto con la partecipazione attiva dei visitatori. Tante installazioni originali e il “Weltstudio”, in cui si è invitati a raccontare esperienze personali, mostrano la città come parte di una complessa rete mondiale.

L’Humboldt Labor: vivace fucina di idee

Indagini scientifiche e ricerca all'avanguardia sulle sfide globali, tangibili e alla portata di tutti: il nuovo Humboldt Labor, un progetto della Humboldt-Universität zu Berlin, è un laboratorio aperto a tutti coloro che vogliono partecipare al processo di ricerca scientifica e al dibattito sui problemi attuali e le sfide contemporanee, dal cambiamento climatico al degrado ambientale, dalla moria delle specie ai grandi mali sociali. Come introduzione  al mondo della ricerca, all'ingresso dell'Humboldt Labor i visitatori incontrano la grande riproduzione di un branco di pesci, simbolo dell'intelligenza collettiva.

Spettacolare: Museo Etnologico e Museo d'Arte Asiatica

Humboldt Forum: Berlin Asiatisches Museum
Humboldt Forum: Berlin Asiatisches Museum © © Stiftung Berliner Schloss – Humboldt Forum, Stiftung Preußischer Kulturbesitz

Arte della corte cinese, case riccamente decorate dell'Oceania o la scultura di un serpente aquila del Messico: da settembre, su più di 8.500 metri quadrati del secondo e terzo piano dell'Humboldt Forum, sono stati presentati circa 10.000 oggetti esteticamente eccezionali dal V millennio a.C. ai giorni nostri.

Humboldt Forum Berlin: Ethnologische Sammlungen
Humboldt Forum Berlin: Ethnologische Sammlungen © ©Stiftung Berliner Schloss – Humboldt Forum, Stiftung Preußischer Kulturbesitz

Ma questi manufatti unici non presentano solo le affascinanti tradizioni delle altre culture. Una nuova messa in scena affronta anche le circostanze in cui sono stati presi dalle comunità indigene, il dilemma degli attori sul terreno, in breve: la complessa storia del colonialismo i cui effetti persistono ancora oggi, e il ruolo dell'Europa al suo interno.

Nessun museo convenzionale

Nuovo e insolito: le mostre presentano anche le posizioni di artisti contemporanei che si riferiscono direttamente agli oggetti esposti o che si occupano di essi. Sono speciali anche le installazioni sonore in una speciale sala d'ascolto ellittica, che sono state create sulla base di una ricerca etnomusicologica.

In evidenza

  •     Barca Outrigger dell'isola Luf (1890-1895), Papua Nuova Guinea
  •     Catena di denti di canguro (prima del 1875), Australia
  •     Muro di città (2001/2018), António Ole
  •     Toro processionale Nandi (XVII secolo), India del Sud
  •     Grotta di Kizil (6°-7° secolo), Xinjiang, Cina

Aperture future

Manca un ultimo passo: nell'estate del 2022, l'ala est dell'Humboldt Forum accoglierà anche i visitatori con ulteriori grandi aree espositive introduttive e temporanee.

Storia del sito

La storia del sito dell’Humboldt Forum, costellata di svolte e rotture, è rappresentativa della movimentata storia di Berlino. Basta pensare ai due grandi edifici precedenti, che si sono dati il cambio qui nel XX secolo. Questa fu infatti la sede del magnifico palazzo barocco degli Hohenzollern, continuamente ampliato e modificato nel corso dei secoli. Dopo aver perso la sua importanza con la caduta della monarchia nel 1918, il palazzo subì gravi danni durante la seconda guerra mondiale e fu fatto saltare in aria nel 1950 per ordine dei dirigenti della Germania Est. Negli anni Settanta il governo socialista fece costruire qui il suo Palazzo della Repubblica, che dopo la riunificazione tedesca andò incontro a un destino simile a quello del predecessore: privato della sua rilevanza politica, cadde in rovina e nel 2008 scomparve dal centro di Berlino per fare spazio alla costruzione dell’Humboldt Forum.

Ma la storia del sito dell’odierno Humboldt Forum è ancora più antica.

800 anni fa…

Nel XIII secolo le prime abitazioni della doppia città medievale di Berlino-Cölln furono costruite in corrispondenza del sito dell’odierno Humboldt Forum. Dal 1300 in poi molte case furono demolite per consentire la costruzione di un grande monastero domenicano. I resti archeologici del monastero sono esposti all’Humboldt Forum negli antichi sotterranei, insieme alle fondamenta del palazzo barocco.

Gli Hohenzollern giunsero in città nel 1415. Nel corso dei decenni successivi rivendicarono inequivocabilmente il proprio dominio sul territorio: il principe elettore Federico II iniziò a costruire il primo palazzo nel cuore di Berlino, malgrado le resistenze della popolazione, contraria all’edificazione di una residenza principesca che avrebbe rimpiazzato buona parte della città. Nel 1448 il malcontento popolare sfociò in una protesta nel cantiere del palazzo.

L’indignazione di Berlino del 1448

L’evento è passato alla storia come “l’indignazione di Berlino” (Berliner Unwille): una folla inferocita di persone si raduna nel cantiere del palazzo, esprimendo a gran voce il proprio malcontento. I cittadini indignati scagliano assi e picconi contro la diga che protegge il cantiere dalle inondazioni, finché l'acqua del fiume Sprea inonda la piazza. Un successo, ma di breve durata, perché piovono condanne e la costruzione del castello va avanti.

Gli Hohenzollern al potere per quasi 500 anni

Berliner Stadtschloss 1898
Berliner Stadtschloss 1898 © Landesarchiv Berlin

Per quasi mezzo millennio la storia di Berlino fu legata alla dinastia degli Hohenzollern. Man mano che il dominio degli Hohenzollern continuava ad espandersi (a partire dal 1701 divennero sovrani di Prussia e dal 1871 imperatori tedeschi) anche il loro palazzo nel cuore di Berlino veniva ampliato e modernizzato.

L’Humboldt Forum, scenario di fermenti storici dopo il 1918

Nel 1918 l'imperatore abdicò: dopo molti secoli la monarchia tramontava. Il sito dell'odierno Humboldt Forum è ancora una volta al centro degli eventi, con conseguenze che si estendono ben oltre i confini della città: il 9 novembre Karl Liebknecht, accompagnato da una folla di manifestanti, proclama la Repubblica socialista davanti al palazzo degli Hohenzollern. Ormai da tempo la famiglia imperiale è fuggita da Berlino, ritirandosi a Potsdam.

Negli anni successivi il palazzo ospitò una grande varietà di istituzioni politiche, sociali e culturali, tra cui addirittura un dormitorio per studenti e una mensa per i poveri.

Dopo la Seconda guerra mondiale il palazzo bombardato ricadde nella zona di occupazione russa e poi nel territorio della neonata DDR. La nuova leadership socialista selezionò questa vasta area nel cuore di Berlino come luogo ideale per un intervento simbolico: cancellare la memoria storica facendo saltare in aria le rovine dell’antico palazzo e costruire al suo posto il Palazzo della Repubblica, un edificio multifunzionale che avrebbe dovuto ospitare la sede del governo della Germania Est.

Palast der Republik im TimeRide Berlin
Palast der Republik im TimeRide Berlin © TimeRide GmbH

Ma la riunificazione della Germania rimescolò ancora una volta le carte in tavola.

Il nuovo Humboldt Forum si propone come luogo di incontro tra culture, di dialogo e di scambio, in una sede che racchiude e riassume la storia di Berlino e della Germania, avendo svolto un ruolo di grande importanza simbolica nel corso dei secoli.  

 

Orari di apertura (informazioni aggiuntive)

Si prega di fare riferimento al sito web per gli attuali orari di apertura.