Salta al contenuto principale
Isola dei musei di Berlino
Isola dei musei e Cattedrale a Berlino © iStock.com, Foto: Chalabala

Museumsinsel (Isola dei Musei)

Uno dei complessi museali più noti al mondo

L'Isola dei Musei, oltre ad ospitare alcuni tra i più importanti capolavori dell'Occidente antico e moderno, rappresenta un complesso di straordinario valore artistico

Biglietti

L'Isola dei Musei di Berlino (Museumsinsel) è fra i luoghi europei di maggiore rilevanza culturale, dichiarata nel 1999 patrimonio mondiale dell'UNESCO in quanto complesso architettonico e museale unico al mondo. Occupa la parte settentrionale dell’isola della Sprea (quella meridionale è la Fischerinsel, letteralmente isola dei pescatori) e, come suggerisce il nome, ospita cinque musei costruiti tra il 1824 e il 1930 internazionalmente conosciuti per il valore delle collezioni esposte: Altes Museum, Neues Museum, Alte Nationalgalerie, Bode-Museum e Pergamonmuseum. Molti dei reperti e delle opere culturali provengono dalle collezioni private della famiglia reale prussiana. Oltre ai musei, sull'isola si trovano anche il giardino del Lustgarten e l’adiacente Duomo, mentre è in fase di ricostruzione il vecchio castello imperiale. Il complesso fu voluto ed edificato nell'epoca dell'Illuminismo e dei suoi ideali educativi, e per più di un secolo ha rappresentato un esempio estremamente significativo dell'evoluzione moderna del design museale. In particolare, la sua costruzione fu caldeggiata da Federico Guglielmo IV di Prussia che, dopo l'edificazione dell’Altes Museum nel 1830, decise di dare una casa all'arte e alla scienza che fosse comparabile all'antico Foro Romano.

Gravemente danneggiata durante la Seconda guerra mondiale, l’Isola ha vissuto diversi restauri e ricostruzioni. Il consiglio, oltre alla visita dei suoi bellissimi musei, è di goderne una vista dall’esterno, in particolare dal Monbijoupark o, con il bel tempo, passeggiando per i suoi colonnati e lungo il fiume, così da poterne apprezzare tutta l'eleganza e romanticismo.

Isola dei musei Master Plan

Dopo la caduta del muro di Berlino, nel 1999 il Consiglio di fondazione ha deciso di rinnovare completamente il complesso, il cosiddetto Master Plan Museum Island. Tra questi, la ricostruzione del Neues Museum e il restauro degli altri musei. Inoltre, i singoli edifici museali, ognuno dei quali guarda in una direzione diversa, devono essere collegati a formare un insieme.

Un grande edificio centrale d'ingresso, la James Simon Galleria, accoglierà gli ospiti con una vasta gamma di servizi e informazioni e indirizzerà i flussi di visitatori verso gli edifici. Il famoso architetto britannico David Chipperfield, il cui studio David Chipperfield Architects si è già occupato della ricostruzione del Neues Museum, può essere conquistato per la progettazione. La Passeggiata Archeologica collegherà quattro dei cinque musei ed esporrà importanti oggetti delle collezioni d'arte.

Galleria James Simon

Il 13 luglio 2019, più di 26.000 visitatori festeggeranno l'apertura della James Simon Galleria, che offre spazi espositivi speciali e un grande auditorium, nonché una terrazza solarium, un ristorante, un negozio del museo e una grande scala a cielo aperto su una superficie di quasi 11.000 metri quadrati.

Il Neues Museum e il Pergamonmuseum sono già accessibili dal nuovo centro d'ingresso, prima che l'Alte Nationalgalerie e il Bodemuseum possano essere collegati anche nei prossimi anni.

Il nome del donatore James Simon (1851-1932), cittadino ebreo di Berlino e appassionato collezionista d'arte, viene ora onorato per la prima volta in un modo molto speciale: è il più importante mecenate dell'Isola dei Musei, e i musei berlinesi gli devono collezioni uniche. Il suo dono più famoso all'Isola dei Musei è sotto la cupola nord del Neues Museum: il busto di Nefertiti.

I cinque musei dell'Isola dei Musei di Berlino

Pergamonmuseum (Museo di Pergamo)

Il Museo di Pergamo è il museo più visitato di Berlino: accoglie infatti circa un milione di visitatori ogni anno. Il suo monumento più celebre è l’altare di Pergamo, che però è in ristrutturazione fino al 2019. Assolutamente da non perdere sono anche la Porta del Mercato di Mileto, la Porta di Ishtar e il Museo di arte islamica, aperti al pubblico nonostante il museo stia subendo dei lavori di ristrutturazione che lo doteranno di una quarta ala, oltre alle tre che lo costituiscono, entro il 2025.

Bode-Museum (Museo Bode)

Il Museo Bode ospita ricchissime collezioni di sculture e tesori del Museo d'arte bizantina e di monete. È stato costruito tra il 1887 e il 1904 su progetto dell'architetto di corte Ernst Eberhard von Ihne. La riva opposta al museo è in estate il luogo d'incontro preferito dei berlinesi e uno tra i più suggestivi per i turisti grazie alla vista mozzafiato che affaccia sulla punta settentrionale dell'isola dei musei.

Neues Museum (Nuovo Museo)

Costruito nel 1841 da Friedrich August Stüler, ma gravemente danneggiato durante la Seconda guerra mondiale, è stato completamente risanato soltanto nel 2009, dopo 10 anni di lavoro, grazie al progetto del celebre architetto David Chipperfield. Al suo interno si possono ammirare, come nel progetto originale, oggetti scelti e associati del Museo Egizio, della collezione papirologica, del Museo della preistoria e protostoria e della Collezione di antichità. Il fiore all'occhiello del Museo Nuovo è il busto di Nefertiti, ritrovato nel 1912 dall'archeologo tedesco Ludwig Borchardt, responsabile dello scavo di Amarna.

Alte Nationalgalerie (Vecchia Galleria Nazionale)

Ispirata esteriormente all’Acropoli di Atene, in particolare per il progetto della scalinata, l'Alte Nationalgalerie è stata costruita tra il 1867 e il 1876 su progetto dell'architetto Friedrich August Stüler ed ospita capolavori di svariate epoche: Classicismo, Romanticismo, Biedermeier, Impressionismo e dell'inizio dell'era moderna.

Altes Museum (Museo Vecchio)

È il più antico museo dell’Isola nonché dell'intera Prussia. Il progetto, di stampo classicista, è stato sviluppato da Karl Friedrich Schinkel e l'edificio, con tanto di rotonda, cupola e portico, fu inaugurato nel 1830. Al momento l'edificio ospita la mostra permanente "Nuove Antichità nel Vecchio Museo", con pezzi d'arte antica e svariate sculture.

Grazie ai lavori di ammodernamento dell’Isola, nei prossimi anni tutti i musei saranno collegati tematicamente da una Passeggiata Archeologica. L'obiettivo è quello di creare un filo conduttore che accompagni il visitatore dai capolavori dell'antichità a quelli moderni dell’arte occidentale.

Informazioni per scolaresche

L'ingresso è gratuito per bambini e ragazzi fino a 18 anni e per gli alunni portatori di handicap. È obbligatorio prenotare le visite guidate per gruppi scolastici dal 3° anno.

Biglietti

Qui troverete ulteriori informazioni