Salta al contenuto principale
Jüdisches Museum Berlin im Sommer
Jüdisches Museum Berlin im Sommer © visitberlin, Foto: Wolfgang Scholvien

Jüdisches Museum Berlin (Museo Ebraico)

L'architettura moderna può essere così emozionante!

Il Museo Ebraico è probabilmente l'esempio più emozionante di architettura contemporanea a Berlino. Il Museo è stato aperto il 9 settembre 2001 e la forma e lo stile rispecchiano una struttura concettuale complessa di caratteri cifrati, codici e temi filosofici. Il Museo Ebraico dalla forma a zigzag risale al progetto dell'architetto americano Daniel Libeskind e con il suo aspetto esterno "ripido" e quasi privo di finestre ricorda una stella di David decomposta e destrutturata. All'interno, oltre alle stanze espositive, si trova anche la Torre dell'Olocausto senza finestre. Fuori si può visitare il Giardino dell'Esilio nel quale sono collocati dei pilastri su un piano scosceso, che rispecchiano l'isolamento e il disorientamento della vita in esilio. L'asse principale, il "void", traccia una pista attraverso i vari reparti e illustra il vuoto, ovverosia la ormai mancanza di visibilità della storia ebraica. Dal gennaio 1999, il Museo Ebraico è accessibile al pubblico e ha riscosso già successo e interesse, anche se all'inizio era ancora "vuoto". Nel settembre 2001, è stata aperta la mostra permanente che racconta la storia e la vita degli ebrei di lingua tedesca.

Öffnungszeiten (Zusatzinfos)
Mo 10.00 - 22.00 Uhr
Di - So 10.00 - 20.00
Ultimo ingresso 60 min prima della chiusura!  

Hier finden Sie weitere Informationen