Salta al contenuto principale
Fliegeberg in Berlin: Otto-Lilienthal-Denkmal
Der Fliegeberg mit dem Otto-Lilienthal-Denkmal Foto: Global Fish CC BY SA 3.0 by wikimedia commons

Fliegeberg

Credo di poter volare

Il sogno di volare ha portato il berlinese Otto Lilienthal a diventare uno dei pionieri più grandi dell'aviazione. Lilienthal costruì macchine volanti che gli permisero di salire in aria e di realizzare il suo sogno.

Una montagna per volare

Lilienthal sperimentò le sue prime macchine volanti su varie colline nei dintorni di Berlino.  Vicino alla sua casa a Lichterfelde, dove suo fratello Gustav costruì ville riccamente decorate, nel 1894  fece costruire una collina artificiale di macerie.  La collina era alta circa 60 metri e Lilienthal la usava per provare i suoi velivoli, eseguendo oltre mille voli,  gestendo distanze superiori a 80 metri.

Il Fliegeberg oggi

Quando il parco fu ridisegnato tra il 1928 e il 1933, gli architetti tagliarono gli alberi sulla collina e crearono una gradonata per innalzare una nuova collina. Si può facilmente salire la scala fino alla cima della collina e godersi la vista spettacolare.
Un portico circolare sulla collina ricorda il sogno di Otto Lilienthal di volare.  Il globo di bronzo all'interno è una replica, perché l'originale fu fuso durante la guerra.
Ogni anno nel parco il Fliegefest commemora Lilienthal e le sue azioni pionieristiche.

La tomba al cimitero di Lankwitz

Lilienthal si schiantò nel 1896 durante un volo di prova sul Gollenberg vicino a Stölln e morì per le gravi lesioni riportate. La sua tomba si trova nel cimitero Lankwitz. L'iscrizione "I sacrifici devono essere compiuti" fu aggiunta alla tomba nel 1940.  Secondo la leggenda, queste furono le ultime parole di Lilienthal, anche se testimoni oculari riferirono diversamente. 

 

La casa di Lilienthal tra le ville di Lichterfelde West

Mentre Otto volava per aria, suo fratello Gustav era impegnato a costruire magnifiche case pseudo-medievali nel nuovo quartiere di ville di Lichterfelde West.  La casa di Otto Lilienthal a Boothstraße 17 non esiste più.  Attraversa la zona passando davanti a dimore toscane, enormi case con archi a punta e ponti ornamentali, o ville con falde e torrette.  Un buon punto per iniziare la passeggiata è la stazione della S-Bahn di Lichterfelde West. Oltrepassata la variopinta Emisch-Haus con i suoi motivi religiosi dipinti e la Villa Holzhüter in stile toscano, si arriva a Kommandantenstraße con le sue imponenti ville.  Su Weddigenweg e Paulinenstraße si possono ammirare le case in stile Tudor con i loro ponti, merloni e torri.

Per ulteriori informazioni sui quartieri di Berlino, scarica la nostra Berlin-App Going Local.