Salta al contenuto principale
Villenkolonie Lichterfelde West in Berlin - Emisch-Haus
Emisch-Haus in der Villenkolonie Lichterfelde West visitBerlin; Foto: Doreen Himsl

Ville romantiche e vita moderna

Architettura attraverso i secoli

Fai una passeggiata nella storia architettonica di Berlino a Steglitz-Zehlendorf. Gli edifici del quartiere raccontano la storia, dai palazzi romantici alle magnifiche ville patrizie alla scoperta dell'architettura moderna.

Puro romanticismo: Palazzo Glienicke e Pfaueninsel

La spedizione architettonica inizia a sud di Berlino, quasi a Potsdam. I re di Prussia conoscevano i luoghi migliori della loro città. A sud di Berlino e a Potsdam costruirono un paesaggio culturale di parchi e palazzi di particolare bellezza e armonia. Non c'è da meravigliarsi che siano patrimonio mondiale dell'UNESCO.
Sembra quasi un viaggio in Italia: Schloss Glienicke è ispirato ai modelli italiani. La vista dal parco spazia lontano dall'Havel fino a Potsdam. E per escursioni particolarmente romantiche si può andare a Pfaueninsel con il suo piccolo castello. Un traghetto porta all'isola dove i pavoni sono liberi di girare e sfoggiare il loro magnifico piumaggio.

Nascosto nel profondo della foresta oscura si trova il Jagdschloss Grunewald, il più antico palazzo di Berlino. Ospita opere di Lucas Cranach e la più antica sala rinascimentale di Berlino.

Ville, castelli e palazzi a Lichterfelde West

I ricchi berlinesi realizzarono il sogno di vivere vicino a Berlino, ma in una zona verde con la colonia di ville di Lichterfelde West, costruita nella seconda metà del 19° secolo. Una passeggiata attraverso il quartiere porta davanti a ville toscane, palazzi Tudor con merloni e torrette e case di campagna inglesi.

La quadratura del cerchio: moderna architettura residenziale

Anziché riproporre stili architettonici passati, l'insediamento Bruno-Taut di Zehlendorf è un esempio di residenze moderne che sorgono negli anni Venti, progettate per enfatizzare la luce e lo spazio. Il Bruno-Taut-Siedlung fu costruito tra il 1926 e il 1932 nel semplice e semplice stile Bauhaus. Le facciate colorate del complesso portarono al soprannome Papageiensiedlung (insediamento pappagallo).
Nel quartiere di Nikolassee dopo la guerra è stato costruito il villaggio studentesco di Schlachtensee. È un esempio affascinante del Modernismo postbellico, il cui disegno colorato e asimmetrico riflette il desiderio di individualità all'interno della comunità.
Un esempio particolarmente interessante dell'architettura degli anni '70 è il Bierpinsel sulla Schloßstraße di Steglitz. Per decenni, il grattacielo un tempo rosso, ma ora ricco di graffiti, con la sua forma particolare, conteneva ristoranti e pub. L'edificio è chiuso da 10 anni, ma ci sono ancora speranze che un giorno la birra riprenderà nuovamente a scorrere nel Bierpinsel.

Berlin Brain: il cervello di Berlino

Vale la pena dare un'occhiata anche all'edificio degli studi umanistici della vicina Università Libera di Berlino a Dahlem. È stato costruito negli anni '70 e progettato come un edificio decentralizzato e adattabile con molti cortili interni, dove gli studenti di tutte le discipline potessero incontrarsi e scambiare idee. Purtroppo, il rivestimento non poteva tollerare il clima di Berlino e cominciò ad arrugginire, guadagnandosi il soprannome Rostlaube. Al suo posto sorse qui il nuovo Silberlaube di materiale lucido, quando l'archistar Lord Norman Foster, che progettò anche la cupola sul Reichstag, costruì la nuova Biblioteca Filologica per la FU di Berlino. Nel mezzo dell'università ora sorge una cupola sopra la biblioteca futuristica, conosciuta come Berlin Brain, il Cervello di Berlino. È quasi una sorpresa vedere che ci sono ancora libri di carta e cartone sugli scaffali.

Per ulteriori informazioni sui quartieri di Berlino, scarica la nostra App Going Local Berlin.