Salta al contenuto principale
Renaissance-Theater
Zuschauerraum des Renaissance Theaters © Renaissance-Theater, Foto: Florian Profitlich

Renaissance-Theater (Teatro del Rinascimento)

Teatro degli attori di Berlino in stile Art-Déco

Una visita nel Renaissance-Theater inizia già prima dello spettacolo vero e proprio. L'arredamento interno, alcuni anni dopo la fondazione del teatro, venne rinnovato nello stile Art Déco degli anni '20 dal rinomato architetto Oskar Kaufmann, che aggiunse elementi del Rococò e dell'Espressionismo. Oltre al rivestimento in legno di rosa color rossiccio e alla varietà di forme decorative, nell'auditorio colpisce in modo particolare un'ampia immagine murale a intarsio con motivi della Commedia dell'Arte: un gioiello dell'architettura di teatro.

Il Renaissance-Theater inaugurò la prima stagione nel 1922 con la tragedia "Miss Sara Sampson" di Gotthold Ephraim Lessing. Primo direttore fu lo scrittore austriaco Theodor Tagger che, con lo pseudonimo Ferdinand Bruckner, divenne negli anni successivi un drammaturgo di successo nella Repubblica di Weimer. Il suo dramma "Gioventù malata", sotto la regia del suo successore Gustav Hartung, registrò un enorme successo, anche se a quell'epoca la vera identità di Ferdinand Bruckner era ancora sconosciuta. Durante gli anni del Nazionalsocialismo, il teatro ha dovuto sospendere la sua attività, ma poco dopo la fine della guerra mondiale ha potuto aprire di nuovo. Grazie ad una combinazione di pretesa letteraria e di intrattenimento, il teatro è stato in grado di continuare ad affermarsi come teatro di attori. Noti attori come Helene Weigel, Otto Sander, Curt Goetz e altri, si sono esibiti sul palco del teatro, oggi posto sotto tutela monumentale.

Attualmente, sotto la direzione generale di Horst-H. Filohn, il Renaissance-Theater si focalizza soprattutto sulle opere drammatiche contemporanee. In tal senso, le prime e le prime rappresentazioni di autori nazionali e internazionali definiscono il profilo del teatro. Il programma è sempre pieno di attori di fama internazionale come Mario Adorf, Winfried Glatzeder, Maria Hartmann, Ilse Ritter, Udo Samel e altri ancora.

Biglietti