Salta al contenuto principale
House of One
© Kuehn-Malvezzi Architekten

House of One (in costruzione)

La casa di preghiera e di insegnamento nel centro di Berlino. Per una coesistenza pacifica di ebraismo, cristiani e islam.

Sulla Petriplatz, nel centro di Berlino, è in costruzione un edificio interreligioso che ospita una sinagoga, una chiesa e una moschea sotto il suo tetto. Le sue porte saranno aperte a tutti. Nei prossimi anni, sulle fondamenta di Berlino, nel cuore di Berlino, crescerà un luogo d'incontro di apertura sociale, tolleranza religiosa e libertà.

Petriplatz - il centro della città medievale

Petriplatz è una delle piazze più antiche di Berlino e il centro della città sorella maggiore di Berlino, Cölln, menzionata in un documento già nel 1237 - sette anni prima di Berlino. 1307 Berlino-Cölln emerse dalle città su entrambi i lati della Sprea. Nella centrale Petriplatz c'erano, tra l'altro, il municipio di Cöllnische e una scuola latina. Durante la seconda guerra mondiale, la piazza è stata pesantemente distrutta e quasi completamente scomparsa negli anni '60 a seguito della ricostruzione socialista. Gli scavi scientifici su Petriplatz sono iniziati nel 2007. Qui gli archeologi hanno trovato i resti della chiesa di Petri e delle sue varie fasi costruttive. Il primo edificio ecclesiastico risale al XIII secolo, l'ultimo edificio ecclesiastico è stato fatto saltare in aria nel 1964.

Prospettive diverse - un luogo comune

Sulle fondamenta della Petrikirche, un edificio unico nel suo genere, che risale a 800 anni fa: House of One. Il 27 maggio 2021 sarà posta la prima pietra di un edificio sacro progettato da ebrei, cristiani e musulmani come nuova chiesa comune - per un dialogo tra le religioni, ma anche come forum in cui si incontrano e si discutono le più diverse visioni del mondo.
Il progetto non è nato sotto l'egida di grandi istituzioni, associazioni o consigli centrali, ma è stato avviato esclusivamente da tre piccole comunità delle tre comunità di fede. Fin dall'inizio ha convinto e ha ricevuto grandi donazioni dalla Federazione e dallo Stato, ma anche da un gran numero di donatori privati.

E anche se la casa non sarà costruita fino al 2024/25 - ha già un fascino internazionale: La Fondazione House of One sta avviando eventi e collaborazioni con progetti partner in tutto il mondo. È impossibile immaginare conferenze interreligiose senza di essa, il lavoro con i bambini e i giovani è in continua espansione. 

Una casa per tutti

Nel 2012 lo studio di architettura berlinese KuehnMalvezzi ha vinto il concorso internazionale di architettura e il suo design innovativo ha attirato l'attenzione del pubblico professionale nelle mostre di Chicago, Londra e Stoccolma degli ultimi anni. L'architettura del futuro combina sotto lo stesso tetto una sinagoga, una chiesa e una moschea. Quello al suo centro sarà un luminoso e alto spazio di comunità e di discussione, coronato da una cupola centrale. Nei livelli di fondazione dell'edificio, la storia di Berlino può essere vissuta attraverso le finestre archeologiche.

Chiunque sia interessato all'archeologia di Petriplatz sarà informato in modo esauriente al più tardi a partire dal 2022: Proprio accanto alla futura House of One, sarà costruito un centro visite archeologico sopra le fondamenta di una vecchia scuola latina, che fornirà anche importanti informazioni sui principali scavi sul Molkenmarkt nei prossimi anni e altre ricerche archeologiche.

Pietre su pietre

La House of One sarà un puro edificio naturale fatto di milioni di mattoni spessi. I mattoni di clinker giallo saranno usati per distinguersi dai mattoni rossi usati a Berlino. Le superfici delle pareti di un metro di spessore devono essere interessate solo dai raggi luminosi incidenti; non vengono utilizzati materiali isolanti, polistirolo o simili.