Salta al contenuto principale
Lippenstift-Museum René Koch
Lippenstift-Museum René Koch © Dieter Stadler, Brigitte Dummer

Museo del Rossetto René Koch

La storia culturale della seduzione

Nel Museo del Rossetto René Koch offre una panoramica della storia culturale del rossetto. Un punto culminante sono le impronte dei baci delle dive.

Questa è Berlino: la visagista René Koch ti avvicina personalmente alla storia del rossetto. La sua collezione personale è ampia e mostra rarità dal barocco ai giorni nostri. Lei ospita il museo nei locali chic suo appartamento privato. Qui Renè Koch mostra rossetti impreziositi, astucci storici per il trucco ed ex-prodotti di uso quotidiano, come il rossetto popolare nella Germania orientale. La padrona da casa offre anche informazioni particolari, aneddoti e suggerimenti per il trucco.
Dal Barocco al ruggenti anni Venti fino ai giorni nostri: "Le labbra rosse dovrebbero essere baciate". Che le labbra rosse non si debbano solo baciare, che che si vogliano anche a perpetuare, lo dimostra l'esposizione di rossetti di René Kochs. Dal 2009 la sua collezione privata è accessibile al pubblico.

È possibile ammirare almeno 250 reperti. Qui potrai vedere rossetti e pubblicità di oltre 200 anni, astucci per trucco di lusso e abbigliamento di famose star dello schermo come Marlene Dietrich. Le pareti sono decorate con locandine di film storici con dive famose del cinema muto e dei primi film sonori. Chanson classiche creano l'atmosfera giusta per la collezione. Le rarità speciali sono i rossetti del periodo barocco e i rossetti per le labbra provenienti dal Giappone o dall'Africa. Nella sua forma attuale, il rossetto esiste solo a partire dal 19° secolo,

Il curatore del museo ama raccontare lo sviluppo del prodotto e la trasformazione dell'immagine della donna. Un altro punto forte sono le oltre 150 impronte di baci. Tra le dive immortalate ci sono Hildegard Knef, Mireille Mathieu, Bonnie Tyler e altre. Di altre personalità come Evita Perón o Paloma Picasso, si possono vedere le collezioni di rossetti e di utensili da trucco. Se vuoi saperne di più, partecipa ai laboratori di trucco di René Koch. Le storie della scatola da cucito sono là in cima.

Cosa ti aspetta al Museo del Rossetto

  • astuccio per make-up giapponese del 18° secolo con pennello per labbra, scatola in argento e intaglio in legno
  • contenitore d'argento con colori rossi e fiaschetta (circa 1800)
  • forma storica per rossetto dei primi anni '30
  • prodotti di uso quotidiano ambiti, come il rossetto popolare nella RTD
  • oltre 150 schede di baci

Altre attrazioni nei dintorni

A circa 15 minuti in autobus o in tram dal Museo del Rossetto si trova il Museum der Unerhörten Dinge di Crellestraße, che mostra curiosità delle vita quotidiana, dell'arte, la tecnologia e la scienza. Il proprietario Roland Albrecht ha qualcosa da raccontare su tutti gli oggetti, talvolta vero e talvolta inventato. Il Schwulen Museum a Lützowstraße si raggiunge con l'autobus M29. La scena LGBTIQ è stata parte della vita e della cultura sin dagli anni Ottanta e il museo è tra i più grandi e più importanti del suo genere nel mondo.

I nostri suggerimenti per la visita

Il Museo del Rossetto si trova nei locali privati di René Koch. Si trova tra le due stazioni della metropolitana di Berliner Straße e Bayerischer Platz, che si possono raggiungere con le linee U4, U7 e U9. In alternativa, si può prendere l'autobus 104. Fino alla mostra le due stazioni della metropolitana distano solo 5 minuti a piedi. Per un tour del Museo del Rossetto è necessario fissare un appuntamento ed essere ricevuti personalmente da René Koch. Sono possibili visite guidate di gruppo fino a 15 persone. È inoltre possibile partecipare a laboratori di bellezza e lezioni. È possibile raggiungere René Koch e il suo team dal mercoledì al venerdì per telefono o e-mail.

Orari di apertura (informazioni aggiuntive)

Besichtigung nur nach Vereinbarung unter: rene.koch@lippenstiftmuseum.de

Qui troverete ulteriori informazioni