Salta al contenuto principale
Denkmal Sinti und Roma in Berlin
Denkmal Sinti und Roma visitBerlin, Foto: Janine Blechschmidt

Monumento Sinti e Rom

Commemorazione del genocidio

A sud del Reichstag nell'ottobre 2012 è stato eretto un monumento per commemorare i Sinti e i Rom assassinati in Europa durante il genocidio nazionalsocialista, o Porajmos.

A sud del Reichstag nell'ottobre 2012 è stato eretto un monumento per commemorare i Sinti e i Rom assassinati in Europa durante il genocidio nazionalsocialista, o Porajmos. Circa 500.000 Sinti e Roma sono stati perseguitati e uccisi sotto il nazismo. Il monumento dell'artista Dani Karavan è costituito da un bacino d'acqua rotondo con una stele di pietra triangolare al centro,  la cui forma si riferisce al fatto che tutti i prigionieri dei nazisti erano identificati con triangoli di colore diverso sui vestiti.  Il fiore sulla stele è il simbolo della vita e serve a ricordare i Sinti e i Rom uccisi. Quando il fiore appassisce, affonda sulla stele nella profondità del pozzo. Un nuovo fiore fresco sale dall'acqua. Le parole della poesia "Auschwitz" del rom italiano Santino Spinello sono scritte attorno al bordo della vasca, in inglese, tedesco e  romeno: "Volto affondato/ occhi spenti/ labbra fredde/ silenzio/ un cuore lacerato/ senza respiro/ senza parole/ senza lacrime".