Salta al contenuto principale
Urban Tech Republic: progetto schizzo riutilizzo dell'ex aeroporto di Berlino Tegel
Urban Tech Republic: progetto schizzo riutilizzo dell'ex aeroporto di Berlino Tegel Foto: Tegel Projekt GmbH / gmp Architekten

L‘aeroporto Tegel TXL

In rotta verso il futuro

Al posto degli aerei, tante innovazioni decolleranno dall'ex aeroporto occidentale di Berlino, Tegel TXL. Il nuovo sito "Urban Tech Republic - Berlin TXL" vedrà la realizzazione di un progetto pilota, catalizzatore di nuovi concetti di smart city e fucina di idee per la Berlino del futuro. 

5.000  nuovi appartamenti

Oltre a 5.000  nuovi appartamenti, il nuovo sito ospiterà istituti di ricerca e formazione. Il progetto prevede anche la costruzione di un parco dell'Innovazione con nuovi spazi commerciali per un migliaio di aziende. 

L’ateneo della Beuth Hochschule si trasferisce a Tegel

I primi aspiranti inquilini si sono già fatti avanti. L’ateneo della Beuth Hochschule, ad esempio, dovrebbe trasferirsi nel vecchio terminal dell’aeroporto entro il 2028. Due scuole, vari impianti sportivi e centri per la gioventù attireranno a Tegel soprattutto le giovani famiglie. La zona circostante è in forte espansione, come dimostrano i lavori di costruzione per la realizzazione di 4.000 nuovi appartamenti nella Cité Pasteur  e nella zona TXL Nord.

Progetto pilota per le città del futuro

Un aspetto particolarmente interessante del progetto è l’approccio volto all'innovazione e alla sostenibilità già in fase embrionale. I 5.000 appartamenti che saranno costruiti nel 2021 nella parte orientale dell'ex aeroporto trasformeranno l’area nel più grande quartiere di edifici in legno al mondo. Il cosiddetto Schuhmacher Quartier sarà un progetto pilota per un’edilizia neutrale dal punto di vista climatico e a prezzi accessibili. I primi inquilini dovrebbero potersi trasferire nei nuovi appartamenti nel 2027. 

Nel complesso, la realizzazione di tutti i progetti sul sito dell'ex aeroporto di Tegel richiederà circa 20 anni.

La storia dell'aeroporto di Tegel

L'8 novembre l'ultimo aereo è decollato dall'aeroporto occidentale di Berlino in direzione di Parigi. Era un aereo Air France, così come il primo volo partito da Tegel nel gennaio 1960. Del resto furono proprio le forze di occupazione francesi a far costruire l'aerodromo di Tegel nel 1948, durante il blocco di Berlino. 

Da allora Tegel è arrivato a gestire fino a 24,2 milioni di passeggeri all'anno, una cifra notevole per questo piccolo aeroporto nel centro della città. A malincuore molti berlinesi dell'Ovest hanno detto a addio a Tegel, non solo per via dei tanti ricordi legati a questo luogo, ma anche perché l’aeroporto era comodo e facile da raggiungere. Altri, soprattutto i residenti delle zone limitrofe, erano fortemente infastiditi dal rumore degli aerei. 

In un referendum svoltosi nel 2017, in concomitanza con le elezioni federali, la maggioranza dei berlinesi ha votato per tenere in vita l'aeroporto di Tegel. Tuttavia il Senato si è imposto: dal 31 ottobre 2020 il nuovo aeroporto di Berlino-Brandeburgo BER ha sostituito sia l'aeroporto Tegel TXL che quello Schönefeld SXF, quest’ultimo convertito nel Terminal 5 del nuovo aeroporto.