Salta al contenuto principale

L’anno dedicato a Beethoven: BTHVN2020 a Berlino

Nel giugno del 1796 il 26enne Ludwig van Beethoven si esibisce in uno straordinario concerto per pianoforte alla corte reale di Federico Guglielmo II. Il re ne è entusiasta. In seguito Beethoven gli dedicherà alcune delle sue opere, ma non tornerà mai più a Berlino. Ciononostante la sua musica è diventata parte integrante della città, accompagnando, un po’ come una colonna sonora, molti momenti importanti della sua storia.

Il 5 novembre 1989, ad esempio, l’orchestra Staatskapelle suonava l'"Eroica" di Beethoven nella Chiesa del Getsemani quando Rolf Reuter, direttore generale della Komische Oper, esclamò: "Il Muro deve sparire!". Nell'anno della caduta del Muro Leonard Bernstein diresse ben due volte la Nona di Beethoven per il concerto di Natale: alla Schauspielhaus di Berlino Est e alla Philharmonie nella parte occidentale della città. Al posto di "gioia" fece cantare al coro "libertà": "La libertà fa girare le ruote del grande orologio del mondo".

Per il BTHVN2020, l’anno dedicato a Beethoven nell’anniversario della sua nascita, le grandi e piccole orchestre della città partecipano a interi cicli di concerti, nei quali faranno la loro comparsa anche i grandi interpreti di Beethoven, tra cui i pianisti Daniel Barenboim e Igor Levit o la virtuosa del violino Anne-Sophie Mutter. Il festival della Staatskapelle sarà interamente dedicato a BTHVN2020, il programma della Deutsches Symphonie Orchester ruoterà intorno al tema Beethoven e nella Staatsoper risuoneranno le sue grandi sinfonie.

A proposito: lo spartito della "Sinfonia n. 9" e un centinaio di altre composizioni di Beethoven sono custoditi presso la Biblioteca di Stato di Berlino. In occasione del BTHVN2020 potrete ammirare questi rari documenti originali nella mostra intitolata “Diesen Kuss der ganzen Welt!”. Alle famiglie consigliamo di dare un'occhiata al programma del Museo degli strumenti musicali, che con una serie di eventi riuniti sotto il titolo "B and Me" all’interno della Beethoven Lounge invita grandi e piccini ad ascoltare musica e immergersi nella lettura. I fan di Beethoven in visita al Tiergarten non possono perdersi il monumento dedicato al compositore, situato nei pressi di Floraplatz.