Verde d'eccellenza

Verde d'eccellenza

Una passeggiata per i parchi di Berlino

Gärten der Welt – © archiv gruenes berlin

I "Kensington Gardens" a Londra, il "Cannon Hill Park" a Birmingham, "Cathays Cemetery" a Cardiff, i "Gärten der Welt" a Berlino-Marzahn. L’elenco potrebbe sembrare un po’ insolito, ma è corretto: perché a maggio del 2010 i "Gärten der Welt" sono stati insigniti di un onore che fino ad ora era stato concesso solo a giardini e parchi inglesi e gallesi: il "Green Flag Award".

La bandiera verde è il maggior riconoscimento che i britannici conferiscono per il verde pubblico. In tutti i sette punti, che vanno dalle relazioni con i visitatori, alla pulizia, alla tutela ambientale e alla sostenibilità fino al management, i "Gärten der Welt" hanno avuto i voti migliori. Ma questo non deve meravigliare. Perché i giardini, che hanno aperto le loro porte nel 1987, sono già da tempo una mecca per gli amici dei parchi da tutto il mondo. I visitatori trovano nel centro di Marzahn natura, pace e riposo, ma possono anche intraprendere un viaggio nella storia culturale dei parchi. Nei "Gärten der Welt" ci sono un giardino cinese, uno giapponese, uno coreano, uno balinese e uno orientale, in più un giardino rinascimentale italiano, un giardino con piante perenni e un giardino inglese con labirinto. Quest’anno dovrebbe aprire anche il giardino di un convento cristiano.

Naturalmente i giardini a Marzahn non sono l’unico verde pubblico d’eccellenza della capitale. Solo a un paio di chilometri di distanza si trova infatti il parco del castello di Biesdorf con querce e faggi ultracentenari, un bel laghetto con fontana, un padiglione da tè e il castello. Il tutto così bello che gli inglesi hanno riconosciuto anche a questo parco la bandiera verde!

Ed eccellente è anche il Britzer Garten, che festeggia quest’anno il suo 25° compleanno: alcuni anni fa era stato selezionato tra i top ten dei giardini più belli in Germania. E la stagione più bella al Britzer Garten è ovviamente la Primavera, quando su un percorso di circa due chilometri fioriscono narcisi, crocus, tulipani e muscari. Anche qui i visitatori dei 90 ettari della grande area verde trovano tutto ciò che desiderano. Nel centro del giardino si trova un grande lago con spiagge, baie, ponti e canneti. Ci sono bar, una via dei musei, un roseto con oltre 150 qualità di fiori e un giardino incantato con innumerevoli erbe curative. Un’indiscussa attrazione è tuttavia il Britzer Mühle (il mulino) costruito nel 1865 con ali lunghe 12 metri. Ancora oggi vi si macina la farina.

L’esatto contrario del Britzer Garten si può trovare nel Natur-Park Schöneberger Südgelände. Sull'area dell’ex scalo di smistamento di Berlin-Tempelhof si è sviluppata negli ultimi 50 anni una vera e propria giungla nel bel mezzo della metropoli, in cui si sono stabilite numerose specie di animali e di piante. Gli intenditori possono riconoscere quasi 50 specie di uccelli e quasi 100 specie di api. Affascinanti sono anche i resti dei vecchi impianti ferroviari: un serbatoio sopraelevato d’acqua, una vecchia locomotiva a vapore, una piattaforma girevole, tratti di rotaie, gru acquatiche, l’officina per la costruzione di ponti e il padiglione della locomotiva. Del resto anche il Natur-Park Schöneberger Südgelände fa parte delle eccellenze: nell’anno 2000 fece parte dei "progetti internazionali" dell’EXPO 2000.

Allora, dieci anni fa, non si pensava ancora al Gleisdreieck Park. Ma adesso sta sorgendo sull’area tra Anhalter Bahnhof e Yorkstraße, non lontano da Potsdamer Platz, una nuova superficie verde berlinese. Quando sarà pronta dovrebbe offrire molto spazio per il movimento, per il relax e per gli incontri: nel giardino interculturale profumato di rose, come nel cinema sulla spiaggia. Fino ad ora il progetto del parco non ha ancora vinto alcun premio. Ma in ogni modo noi troviamo che sia una bellissima idea!