Conny Froboess

Conny Froboess

Non solo l'eterna "monella berlinese"

Conny Froebess – Conny Froebess

Ci sono canzoni che chiunque può canticchiare. Proviamo: Se leggete le strofe "Pack die Badehose ein…" state già cantando? "...nimm dein kleines Schwesterlein / Und dann nischt wie raus nach Wannsee. / Ja, wir radeln wie der Wind durch den Grunewald geschwind. / Und dann sind wir bald am Wannsee."
Quando Cornelia Froboess cantò per la prima volta nel 1950 queste strofe, con la sua limpida voce da giovane soprano, era ancora la "piccola Conny" e aveva sette anni e mezzo. Il suo debutto come cantante ebbe luogo al Titania-Palast. Suo padre, il tecnico del suono cinematografico, compositore e editore Gerhard Froboess, aveva scritto la canzoncina, che divenne un bestseller discografico e un evergreen. E la "monella berlinese" divenne la più amata star bambina della Germania del dopo guerra.
Pochi anni dopo, ormai teenager, "Conny" cantava la versione tedesca della hit di Paul Anka "Diana". Anche questa canzone ebbe un enorme successo. Quando Conny Froboess uscì dall'adolescenza, continuò semplicemente a fare dischi di successo come "Lady Sunshine und Mister Moon" o "Zwei kleine Italiener". Solo dalla metà degli anni '60 si fece un po' di silenzio attorno alla star della canzone, il suo tempo sembrava essere passato. Ma la Froboess aveva nel frattempo preso lezioni di recitazione. La sua terza carriera portò Cornelia Froboess nei teatri di Berlino, Vienna, Amburgo e infine Monaco dove venne ingaggiata tra il 1972 e il 2001 come membro stabile dell'ensemble dei Kammerspiele. Anche in televisione si è vista spesso, ad esempio a fianco di Günter Pfitzmann nelle serie cult berlinese "Praxis Bülowbogen".
Ma Cornelia Froboess è e rimane sempre una cantante. Negli ultimi anni si è dedicata piuttosto al folclore spagnolo e alle chanson francesi. Alla fin fine sarà per sempre la "monella berlinese". Ma non solo.